Connect with us

covid19

BLANC, BUMP, DIST-I, l’interazione umana si fa démodé

BLANC, BUMP, DIST-I, la nuova vita sociale del distacco fisico e visivo.

Jane Evans

Pubblicato

il

731a136b bd3b 4fd5 80a0 e0b361eea2be https   hypebeastcom image 2020 12 blanc daft punk facemask kickstarter info 1

Un team di imprenditori, progettisti di prodotti e specialisti di Dispositivi di Protezione Individuale (DPI), ha presentato una maschera modulare chiamata “Blanc”

Concepita come maschera protettiva, accessorio per lo stile di vita, unità di igiene digitale, gadget tecnologico e custode della privacy, Blanc copre gli occhi, il naso e la bocca degli utenti, mentre i filtri HEPA approvati dalla FDA proteggono i portatori dal 99% delle particelle, compresa la polvere, nebbie e aerosol

Questi filtri si adattano perfettamente alla cornice della maschera con una scala di colori visiva incorporata che indica quando è il momento di cambiarli.

Blanc dispone anche di pannelli frontali intercambiabili che possono essere personalizzati con una varietà di diverse opzioni di design. 

I pannelli frontali impiegano diversi secondi per cambiare e riadattarsi e sono fissati delicatamente da magneti incassati nel telaio della maschera. 

bd1858e79dd74fbc0b49e24c136decfd original 1

Le maschere privano le persone della loro personalità, quindi abbiamo deciso di dare qualcosa in cambio, forse qualcosa di più della sicurezza e del comfort di respirare aria pulita”, afferma Maria Lapuk, cofondatrice di Blanc.

A differenza di altre maschere, “Blanc” si adatta alle caratteristiche anatomiche individuali del viso e della testa. La maschera è composta da due parti verticali simmetriche che si piegano insieme. Utilizzando un semplice gesto di “lavaggio del viso” con i palmi delle mani, la maschera si adatta. I magneti della linea mediana fissano delicatamente la maschera sul viso, mentre il nastro retrattile fornisce la fissazione nella zona parietale, nella parte superiore posteriore della testa.

“Blanc filtra l’aria perché è stata progettata dai migliori specialisti di DPI. Per quanto riguarda la nostra missione, mi piace pensare che sia quella di dare alle persone l’opportunità di riprendere il controllo su almeno alcuni dati personali. Può sembrare che indossando il Blanc, gli utenti perdano la loro personalità. Ciò che accade veramente è che invece consente a chi lo indossa di decidere quali emozioni condividere, stati d’animo da canalizzare e vibrazioni da trasmettere. Può sembrare controintuitivo, ma in realtà significa più libertà e individualità, non meno.” continua Philipp Egorov, cofondatore di Blanc.

pppppppppppp

“Sono rimasto ipnotizzato dice Dmitry Gorilovsky, fondatore di Woodenshark, la società che sostiene Blanc con il progetto“Una filosofia di prodotto non ortodossa ci ha permesso di implementare un approccio costruttivo audace. La struttura modulare di Blanc, un telaio che massimizza lo spazio utilizzabile ed elimina i dettagli non necessari, consente la creazione di un concetto di maschera completamente nuovo che può essere praticamente qualsiasi cosa. Può essere un equipaggiamento protettivo personale, un accessorio, abbigliamento sportivo, un custode della privacy, un gadget tecnologico, un dispositivo indossabile intelligente per la salute, un inventario AR e così via.

ddddd

I fondatori di Blanc hanno investito circa $ 500.000 USD di fondi personali nello sviluppo del concetto, nei test sui materiali, nella valutazione e nell’approvvigionamento. Ad esempio, il modulo di purificazione dell’aria UVC passivo progettato originariamente come soluzione di filtraggio dell’aria, è stato cambiato in un modulo di filtraggio attivo HEPA / carbone attivo poiché durante la ricerca e il test è diventato chiaro che c’era una mancanza di prove a sostegno dell’uso di UVC come efficace e sicuro.

f025ea686a2f5acc535e5ddf76aa0044 original

Può sembrare che indossando il Blanc, gli utenti perdano la loro personalità. Se non fosse solo un’impressione?

Fonte

E per assicurarsi di rimanere lontano dagli altri, Bump

Altro gadget utile, figlio del periodo pandemico attuale, un monile per incorniciare il collo che avverte quando non viene rispettato il distanziamento sociale.

Un’azienda britannica ha sviluppato Bump”, una collana high-tech che si illumina quando chi la indossa si avvicina troppo alle altre persone e non rispetta il distanziamento sociale.

bump collana 1140x570 1

Anche una collana può essere utile contro il Coronavirus. A patto che sia high-tech, ovviamente. L’azienda britannica Tharsus – specializzata in strategic machines e automazione industriale – ha sviluppato una speciale collana anti-Covid. Si chiama Bump ed è in grado di illuminarsi quando chi la indossa viola, calcola male o “dimentica” le regole imposta dal distanziamento sociale.

La collana (simile ad uno stetoscopio) è dotata di sensori in grado di rilevare la presenza di altri dispositivi. Questi rilevatori dialogano con un software che genera una segnalazione luminosa e acustica. 

Bump si illumina di blu quando chi la indossa si trova a due metri di distanza da un altro dispositivo. Se invece il metro di distanza è solo uno, la collana si illumina di rosso e emette un forte segnale acustico. Il suono non cessa fin quando chi indossa la collana si allontana e ristabilisce la giusta distanza interpersonale (2 metri). E’ stata pensata apposta per i lavoratori di aziende, uffici e fabbriche dove non è possibile ricorrere allo smartworking.

Bump ha fatto il suo “esordio” durante la Maratona di Londra di Ottobre. La collana è stata indossata da 100 atleti e da tutto il personale di gara. Avvertendo il portatore in caso di “eccessiva vicinanza”, il dispositivo ha aiutato a garantire il regolare svolgimento della manifestazione. Ma non solo. Bump ha anche consentito agli organizzatori della Maratona di registrare i nomi degli atleti che si sono trovati “a contatto diretto” per tracciare più facilmente eventuali casi di contagio.

Oltre alla collana, Tharsus ha infatti sviluppato anche un sistema di tracking che permette di registrare e monitorare i contatti.

“Non c’è niente di simile sul mercato” ha dichiarato Andrew Nicholson, direttore marketing Tharsus. 

“Bump è un concetto originale: è sia una segnalazione immediata a chi lo indossa se si avvicina troppo, sia un generatore di informazioni gestionali per migliorare la sicurezza e le prestazioni aziendali. Le app mobili funzionano solo retrospettivamente, tracciando i contatti post-evento. Bump traccia le interazioni non le persone. Le nostre innovative Macchine Strategiche risolvono le sfide dell’automazione sulla base di intuizioni su come le persone interagiscono sul posto di lavoro. Mettiamo le persone al centro di Bump”.

114695252 bump

Fonte

Dist-i sempre per allontanare

Altro gadget con funzione teoricamente protettiva, Dist-i un braccialetto smart progettato per tutelare la sicurezza dei lavoratori nelle aziende e nelle fabbriche. Il dispositivo allerta gli utenti e ricorda loro di distanziarsi.

Creare uno “scudo invisibile” fra i lavoratori e le lavoratrici nelle fabbriche di tutto il mondo. 

Non è un film di fantascienza ma l’obiettivo di DIST-I un braccialetto ideato da una start-up italiana in collaborazione con RD Vision International Ltd e Medici Automazioni Srl.

Dist-i è in grado di rilevare la presenza di altri dispositivi in un raggio di 5 metri (sia indoor che outdoor). Nel caso in cui vengano rilevati due o più braccialetti all’interno della “safety zone” (programmabile), il dispositivo inizierà a suonare e vibrare “intimando” agli utenti di distanziarsi. Oltre a garantire il distanziamento sociale, Dist-i può anche essere utile anche per ricostruire un’eventuale catena di contagi. Il dispositivo, infatti, memorizza le interazioni e la durata dei contatti senza tracciare la posizione, in maniera conforme al regolamento GDPR.

L’elemento innovativo di Dist-i consiste nel fatto che il dispositivo non ha bisogno di software, collegamento internet o ripetitori. “Dist-i è uno smart band semplicissimo da usare che in maniera scientifica calcola la distanza tra le persone che lo indossano avvisandole ogni qual volta si stiano avvicinando eccessivamente, il tutto senza bisogno di altri device”, spiega Paolo Ingrassia, uno dei fondatori della start-up che ha progettato il dispositivo. “Abbiamo voluto implementare la semplicità anche nelle modalità di acquisto: in modo del tutto innovativo per il settore B2B, è possibile a imprenditori e professionisti acquistare Dist-i sul nostro sito dist-i.com. Inoltre, non avendo bisogno di installazione sul posto, siamo in grado di inviarlo al cliente in piena sicurezza, configurandolo da remoto”.

Fonte

2
2
Clicca per commentare
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti

SOTTOTITOLI VELOCI?

Copyright © 2020-2021 Detoxed.Info