Connect with us

Censurati

Ex direttore CDC Robert REDFIELD: “Il virus proviene dal laboratorio di Wuhan”

John Cooper

Pubblicato

il

Lo scorso gennaio, a pochi giorni dall’inaugurazione del presidente Joe Biden, sei dei medici responsabili della risposta al Covid-19 della precedente amministrazione hanno accettato di sedersi – in assoluta riservatezza – e parlare con me degli eventi dell’anno passato. Nel giro di poche settimane, a Houston, Washington, DC e Baltimora, il nostro team si è assicurato sale da ballo anonime e di grandi dimensioni, con molto spazio e ventilazione, per consentire che queste straordinarie conversazioni faccia a faccia con la dottoressa Deborah Birx , Dr. Anthony Fauci, Dr. Brett Giroir, Dr. Stephen Hahn, Dr. Robert Kadlec e Dr. Robert Redfield.La dottoressa Deborah Birx, a sinistra, il dottor Robert Kadlec, il dottor Anthony Fauci, il dottor Robert Redfield, il dottor Stephen Hahn e il dottor Brett Giroir hanno parlato con il dottor Sanjay Gupta per "COVID WAR: The Pandemic Doctors Speak Out", ;  che andrà in onda alle 21 di domenica 28 marzo sulla CNN.La dottoressa Deborah Birx, a sinistra, il dottor Robert Kadlec, il dottor Anthony Fauci, il dottor Robert Redfield, il dottor Stephen Hahn e il dottor Brett Giroir hanno parlato con il dottor Sanjay Gupta per “COVID WAR: The Pandemic Doctors Speak Out“, che va in onda alle 21 di domenica 28 marzo sulla CNN. Data la nostra esperienza medica condivisa, ho spiegato a ciascuno dei medici che avrei inquadrato le discussioni in un modo che sarebbero state dure, ma familiari: come un’autopsia. Stavamo per analizzare meticolosamente e discutere di come gli Stati Uniti siano diventati la patria della peggiore epidemia di Covid-19 del pianeta. Non c’è dubbio che un’autopsia sia dolorosa e raccapricciante da testimoniare. E non fa nulla per il paziente deceduto sul tavolo – in questo caso, i quasi 550.000 americani che sono morti per il Covid-19. Eppure lo facciamo perché spesso ci sono lezioni importanti da apprendere; lezioni che possono ancora essere applicate durante questa pandemia in corso e per le future pandemie, che tutti i medici concordano siano inevitabili.  Le autopsie sono particolarmente importanti se si pensava che la morte possa essere prevenibile. E ancora una volta, i medici erano d’accordo: mentre il Covid-19 è una malattia grave, la stragrande maggioranza dei decessi negli Stati Uniti avrebbe potuto essere evitata. La maggior parte dei dottori che ho intervistato sono nomi familiari al giorno d’oggi, ma probabilmente li avete già sentiti in precedenza o li avete visti brevemente nella sala riunioni della Casa Bianca. Tutti i medici tranne uno ora sono privati ​​cittadini. Le nostre discussioni catartiche e franche sono durate ore e ore, hanno coperto una vasta gamma di argomenti e sono state a volte orribili in ciò che hanno rivelato.

Quando ho incontrato il dottor Robert Redfield in una nevosa giornata di febbraio a Baltimora, il suo umore era riflessivo e determinato. Un virologo qualificato, Redfield è stato scelto dal presidente Donald Trump nel 2018 per guidare il CDC dopo una lunga carriera nella sanità pubblica. Prima della pandemia, il nuovo direttore si era concentrato in gran parte su altre due epidemie: oppioidi e HIV / AIDS. Insieme ai suoi colleghi Fauci e Birx, Redfield è noto da decenni per il suo lavoro come uno dei principali ricercatori mondiali sull’AIDS. Come per il suo mandato come direttore del CDC, la precedente carriera di Redfield non era stata priva di controversie. Negli anni ’80 e ’90, in qualità di uno dei migliori ricercatori sull’AIDS dell’esercito, fu accusato di aver eccessivamente venduto l’efficacia di un possibile vaccino contro l’AIDS, sebbene Redfield sostenne il suo lavoro. Durante la pandemia del Covid-19, i critici hanno sostenuto che Redfield non è riuscito a proteggere la credibilità dell’agenzia scientifica che era stato incaricato di guidare ed è stato sconfitto da un ramo esecutivo, scoperto a interferire con la guida del CDC basata sulla scienza che coinvolge la chiusura delle scuole e gli incontri religiosi. Redfield ha respinto queste preoccupazioni, tuttavia. Quando gli ho chiesto se si sentiva preparato per il lavoro, mi ha risposto: “Penso di aver addestrato tutta la mia vita per questo”.

Dr. Gupta: Un anno di vita all’ombra di una pandemia qando ci siamo seduti per parlare, pochi giorni dopo che il suo successore, il dottor Rochelle Walensky , aveva preso il timone al CDC, Redfield voleva iniziare dall’inizio: la Cina. Mentre ogni medico nutriva profondi sospetti sulle informazioni che inizialmente provenivano dalla Cina, Redfield era il più esplicito al riguardo. Crede che l’attuale pandemia sia iniziata a Wuhan come un’epidemia localizzata nel settembre o nell’ottobre del 2019 – molto prima della tempistica ufficiale – e poi si è diffusa in tutte le province della Cina nei prossimi due mesi. Gli Stati Uniti non sono stati formalmente informati del “misterioso gruppo di pazienti con polmonite” fino al 31 dicembre 2019. Quelle sono state settimane e mesi critici in cui i paesi di tutto il mondo avrebbero potuto prepararsi.”Quindi hanno avuto un vantaggio di circa 30 giorni”, ha affermato Kadlec giorni prima che mi sedessi con Redfield. Kadlec era l’assistente segretario dell’HHS per la preparazione e la risposta, noto come ASPR. “Stavano già comprando le cose sul mercato con largo anticipo”, mi ha detto. “Anche le cose che sono state fatte qui negli Stati Uniti, abbiamo scoperto che le forniture interne si stavano esaurendo a causa degli acquisti dall’estero”. E mentre al resto del mondo è stato detto che gli unici casi iniziali di Covid-19 in Cina avevano avuto origine da un mercato umido a Wuhan, Redfield è fiducioso che le prove suggeriscano che semplicemente non era così. Secondo Redfield, anche la sua controparte del CDC cinese, il dottor George Gao, è stato inizialmente lasciato all’oscuro dell’entità del problema fino all’inizio di gennaio. Ha descritto una telefonata privata che ha avuto con Gao all’inizio di gennaio 2020, quando Gao si è sconvolto e ha iniziato a piangere dopo aver trovato “molti casi” tra persone che non erano state al mercato umido. Gao, dice Redfield, “è arrivato alla conclusione che “il gatto fosse uscito dal sacco”. “I tassi di mortalità iniziali in Cina erano da qualche parte tra il “5-10%”, mi ha detto Redfield. “Probabilmente piangerei anch’io”, ha aggiunto. Una delle cose più significative “che ha influenzato il nostro successo in questa pandemia è stata l’impossibilità di entrare in Cina” in precedenza, mi ha detto. Fauci ha fatto eco a un sentimento simile quando gli ho chiesto al riguardo.”Penso che sarebbe stata una differenza significativa”, ha detto Fauci. “Penso che se avessimo mandato la nostra gente a Wuhan e avessimo potuto parlare con gli scienziati cinesi in una conversazione che sarebbe potuta durare un’ora, avresti potuto ottenere così tante informazioni fin dall’inizio. Ce lo avrebbero dovuto direo. Questo virus si diffonde in modo asintomatico. Si diffonde in modo molto efficiente e sta uccidendo le persone “.Né le chiamate del presidente Trump al presidente Xi Jinping né le suppliche del segretario Alex Azar al ministro della salute cinese potrebbero farli entrare, secondo Redfield.La domanda messa a nudo dalla nostra autopsia era: perché?

I primi sintomi

Se gli investigatori statunitensi fossero stati autorizzati ad entrare in Cina, potrebbe aver scoperto qualcos’altro: le origini del virus. Dove e come è iniziata questa epidemia non è semplicemente un esercizio di curiosità o un tentativo di attribuire la colpa. È una necessità per scienziati ed esperti di salute pubblica di tutto il mondo cercare di fermare future pandemie.Finora, la parola ufficiale è stata che questa pandemia è iniziata quando il nuovo coronavirus è stato introdotto attraverso una specie intermedia o è passato direttamente da un pipistrello a un essere umano, qualcosa che Redfield, l’ex capo del CDC, ritiene non abbia un senso “biologico”.”Ricordandomi che la sua carriera è stata spesa come virologo, mi ha detto “Non credo che questo virus sia passato in qualche modo da un pipistrello all’essere umano. E nel momento in cui il virus è arrivato all’umano, è diventato uno dei virus più contagiosi che conosciamo nell’umanità per quanto riguarda la trasmissione da uomo a uomo … Normalmente, quando un agente patogeno passa da zoonotico a umano, ci vuole un pò per capire come diventare sempre più efficiente “.

Senza assegnare intenzionalità, Redfield mi ha detto che crede che l’origine della pandemia sia un laboratorio in Cina che stava già studiando il virus, esponendolo a colture cellulari umane.”La maggior parte di noi in un laboratorio, quando cerca di far crescere un virus, cerchiamo di aiutarlo a farlo crescere sempre meglio, sempre meglio, sempre meglio, sempre meglio e meglio, affinchè possiamo fare esperimenti per capirlo. Questo è il modo in cui l’ho messo insieme. “È una teoria controversa e politicamente caricata – quella che l’Organizzazione Mondiale della Sanità definisce “estremamente improbabile” e non ci sono state prove chiare a sostegno di questa teoria della “fuoriuscita dal laboratorio” .Tuttavia, più di un anno dopo lo scoppio, un team di scienziati dell’OMS all’interno di Wuhan non è stato ancora in grado di determinare l’origine definitiva del virus. A questo punto, non è chiaro se lo faranno mai. In risposta alla richiesta dell’amministrazione Biden di una maggiore trasparenza da parte della Cina sui dati fin dai primi giorni dell’epidemia, la Cina ha rilasciato una dichiarazione dalla sua ambasciata di Washington in cui afferma che gli Stati Uniti stanno ora “puntando il dito contro altri paesi”. Nel frattempo, i funzionari cinesi ei media statali hanno promosso sempre più una teoria non comprovata, la cosiddetta “origine multipla”, suggerendo che la pandemia potrebbe essere iniziata in varie località del mondo, persino in un laboratorio militare statunitense.

Causa finale di morte

In quasi 20 ore di colloqui, ho posto a ogni medico la domanda che pone fine a ogni autopsia. Quale credono sia stata la causa finale della morte? Cosa ha portato alla morte evitabile di così tanti americani?

Dal ruolo di leadership e dal costo dell’impreparazione agli obblighi dei cittadini di prendersi cura l’uno dell’altro, Redfield e i medici Covid hanno condiviso le loro dolorose lezioni dalla peggiore crisi di salute pubblica della nostra vita. Le loro risposte offrono uno sguardo illuminante e spaventoso su ciò che è accaduto esattamente nell’ultimo anno, e anche un piano su come gestire il prossimo.”Per quanto grave sia stata,” mi ha detto Kadlec, “potrebbe esserci di peggio. E ci sarà un’altra pandemia, garantito.”

Fonte

Condividi

SOTTOTITOLI VELOCI?

Copyright © 2020-2021 Detoxed.Info