Detoxed.info

Informazione libera, senza censura

Pubblicato il 22 Giugno 2020

Il “Grande RESET”: l’Ordine Mondiale Post-Covid secondo il Principe Carlo e il World Economic Forum

Condividi

Dal sito ufficiale del World Economic Forum, sotto la voce “Agenda” da qualche settimana appare il progetto “THE GREAT RESET”:

  • Alla ricerca di una migliore forma di capitalismo mentre il mondo si riprende dalla pandemia.
  • Accolto con favore dalle Nazioni Unite, dal FMI e dalle società Microsoft, Mastercard e BP.

“La crisi COVID-19 ci ha mostrato che i nostri vecchi sistemi non sono più adatti per il 21 ° secolo”, ha dichiarato il presidente esecutivo del World Economic Forum Klaus Schwab.

“In breve, abbiamo bisogno di un ottimo reset.”

Il World Vs Virus di questa settimana è interamente dedicato al lancio del Great Reset, un progetto per riunire le migliori menti del mondo per cercare un pianeta migliore, più giusto, più verde e più sano mentre ricostruiamo dalla pandemia.

È urgente che le parti interessate a livello mondiale cooperino nella gestione simultanea delle conseguenze dirette della crisi COVID-19. Per migliorare lo stato del mondo, il World Economic Forum sta avviando l’iniziativa The Great Reset.

Il contesto

La crisi di Covid-19 e le interruzioni politiche, economiche e sociali che ha causato stanno cambiando radicalmente il contesto tradizionale per il processo decisionale. Le incoerenze, le inadeguatezze e le contraddizioni di molteplici sistemi – dalla salute e dalla finanza all’energia e all’istruzione – sono più esposte che mai in un contesto globale di preoccupazione per le vite, i mezzi di sussistenza e il pianeta. I leader si trovano ad un crocevia storico, gestendo le pressioni a breve termine contro le incertezze a medio e lungo termine.

L’opportunità

Mentre entriamo in una finestra unica di opportunità per modellare la ripresa, questa iniziativa offrirà spunti per aiutare a informare tutti coloro che determinano lo stato futuro delle relazioni globali, la direzione delle economie nazionali, le priorità delle società, la natura dei modelli di business e la gestione di un bene comune globale. Attingendo alla visione e alla vasta esperienza dei leader impegnati nelle comunità del Forum, l’iniziativa Great Reset ha una serie di dimensioni per costruire un nuovo contratto sociale che onori la dignità di ogni essere umano.

Il nostro contributo

Il World Economic Forum ha sviluppato la reputazione di piattaforma affidabile per la collaborazione informata e la cooperazione tra tutte le parti interessate, rafforzata da una storia di successi nel corso di cinque decenni. Il Forum offre ora la sua esperienza nella costruzione di comunità orientate allo scopo al servizio della straordinaria sfida e opportunità che il mondo deve affrontare per un “Grande Ripristino”. Il Forum offre una piattaforma senza precedenti per la creazione, la definizione e la fornitura di soluzioni collaborative per il futuro

Il grande ripristino: un vertice gemello unico per l’inizio del 2021

  • “The Great Reset” sarà il tema di un vertice gemello unico nel gennaio 2021, convocato dal World Economic Forum.
  • “The Great Reset” è un impegno a costruire congiuntamente e urgentemente le basi del nostro sistema economico e sociale per un futuro più equo, sostenibile e resiliente.
  • Richiede un nuovo contratto sociale incentrato sulla dignità umana, sulla giustizia sociale e in cui il progresso sociale non è in ritardo rispetto allo sviluppo economico.
  • La crisi sanitaria globale ha messo in luce rotture di lunga data nelle nostre economie e società e ha creato una crisi sociale che richiede urgentemente posti di lavoro dignitosi e significativi.
  • Il vertice gemello sarà sia di persona che virtuale, collegando i principali leader governativi e aziendali globali a Davos con una rete globale di multistakeholder in 400 città in tutto il mondo per un dialogo orientato al futuro guidato dalle giovani generazioni.

Ginevra, Svizzera, 3 giugno 2020 – “The Great Reset” sarà il tema di un vertice gemello unico che sarà convocato dal World Economic Forum nel gennaio 2021. Il 51 ° Meeting annuale del World Economic Forum riunirà i leader globali del governo, degli affari e la società civile e le parti interessate di tutto il mondo in una configurazione unica che include dialoghi sia di persona che virtuali.

“Abbiamo un solo pianeta e sappiamo che il cambiamento climatico potrebbe essere il prossimo disastro globale con conseguenze ancora più drammatiche per l’umanità. Dobbiamo decarbonizzare l’economia nella finestra corta ancora presente e riportare il nostro modo di pensare e il nostro comportamento in armonia con la natura “, ha affermato Klaus Schwab, fondatore e presidente esecutivo del World Economic Forum.

“Per garantire il nostro futuro e prosperare, dobbiamo evolvere il nostro modello economico e mettere le persone e il pianeta al centro della creazione di valore globale. Se c’è una lezione fondamentale da imparare da questa crisi, è che dobbiamo mettere la natura al centro di come operiamo. Semplicemente non possiamo perdere altro tempo “, ha dichiarato HRH Il Principe di Galles.

“Il Grande Ripristino è un gradito riconoscimento che questa tragedia umana deve essere un campanello d’allarme. Dobbiamo costruire economie e società più eque, inclusive e sostenibili che siano più resistenti di fronte alle pandemie, ai cambiamenti climatici e ai molti altri cambiamenti globali che affrontiamo “, ha affermato António Guterres, Segretario Generale, Nazioni Unite, New York.

“Un grande ripristino è necessario per costruire un nuovo contratto sociale che onori la dignità di ogni essere umano”, ha aggiunto Schwab “La crisi sanitaria globale ha messo a nudo l’insostenibilità del nostro vecchio sistema in termini di coesione sociale, la mancanza di pari opportunità e inclusività. Né possiamo voltare le spalle ai mali del razzismo e della discriminazione. Dobbiamo integrare in questo nuovo contratto sociale la nostra responsabilità intergenerazionale per garantire che rispettiamo le aspettative dei giovani “.

“COVID-19 ha accelerato la nostra transizione verso l’era della Quarta Rivoluzione Industriale. Dobbiamo assicurarci che le nuove tecnologie nel mondo digitale, biologico e fisico rimangano centrate sull’uomo e servano la società nel suo insieme, fornendo a tutti un accesso equo “, ha affermato.

“Questa pandemia globale ha anche dimostrato di nuovo quanto siamo interconnessi. Dobbiamo ripristinare un sistema funzionante di cooperazione globale intelligente strutturato per affrontare le sfide dei prossimi 50 anni. Il Great Reset ci richiederà di integrare tutte le parti interessate della società globale in una comunità di comune interesse, scopo e azione “, ha affermato Schwab. “Abbiamo bisogno di un cambiamento di mentalità, passando dal pensiero a breve a quello a lungo termine, passando dal capitalismo degli azionisti alla responsabilità degli stakeholder. L’ambiente, il sociale e il buon governo devono essere una parte misurata della responsabilità delle imprese e del governo “, ha aggiunto.

Questo vertice innovativo sarà un incontro annuale molto diverso, che rifletterà lo spirito del Grande Ripristino. Fornirà un’opportunità unica all’inizio del 2021 di riunire il governo globale chiave e i leader delle imprese a Davos, ma inquadrato in un vertice multistakeholder globale guidato dalle generazioni più giovani per garantire che il dialogo sul Great Reset superi i confini del pensiero tradizionale ed è veramente orientato al futuro.

Per fare ciò, il World Economic Forum attirerà migliaia di giovani in oltre 400 città in tutto il mondo (la Global Shapers Community) che saranno interconnessi con una potente rete di hub virtuali per interagire con i leader di Davos. Ognuno di questi hub avrà una politica open house per integrare tutti i cittadini interessati in questo dialogo, rendendo l’Assemblea annuale aperta a tutti. Inoltre, i media globali e le reti di social media mobiliteranno milioni di persone, consentendo loro di condividere i loro contributi e fornendo loro anche l’accesso alle discussioni della riunione annuale a Davos.

L’annuncio del Grande Ripristino è stato fatto da HRH Il Principe di Galles e dal Professor Schwab durante un incontro virtuale, seguito dalle dichiarazioni del Segretario Generale delle Nazioni Unite António Guterres e dall’amministratore delegato dell’FMI Kristalina Georgieva.

Le loro dichiarazioni sono state supportate dalle voci di tutti i gruppi di parti interessate della società globale, tra cui Victoria Alonsoperez, fondatrice e amministratore delegata, Chipsafer, Uruguay e un giovane leader globale; Caroline Anstey, Presidente e Amministratore Delegato, Patto, USA; Ajay S. Banga, Amministratore delegato, Mastercard, USA; Sharan Burrow, segretario generale, Confederazione internazionale dei sindacati (ITUC), Bruxelles; Ma Jun, Presidente, Comitato delle finanze verdi, China Society for Finance and Banking e membro del Comitato di politica monetaria della Banca popolare cinese; Bernard Looney, Amministratore delegato, BP, Regno Unito; Juliana Rotich, Venture Partner, Atlantica Ventures, Kenya; Bradford L. Smith, Presidente, Microsoft, USA; e Nick Stern, presidente del Grantham Research Institute on Climate Change and the Environment, Regno Unito.

In vista della riunione annuale, il Forum ospiterà una serie virtuale, The Great Reset Dialogues. Questi dialoghi sono un’iniziativa congiunta del World Economic Forum e di HRH The Prince of Wales. I contributi al Great Reset saranno inoltre invitati tramite UpLink, la piattaforma digitale del World Economic Forum per il crowdsourcing delle innovazioni per gli Obiettivi di sviluppo sostenibile.

La mappa qui sotto mostra la posizione di Hub della World Economic Global Shapers Community: più di 420 Hub e 11.000 Global Shapers e ex studenti.

La pandemia è la possibilità per ripristinare l’economia globale, afferma il Principe Carlo

3500

Il recupero dalla crisi del coronavirus rappresenta un’opportunità per ripristinare l’economia globale e dare la priorità allo sviluppo sostenibile senza danneggiare ulteriormente il pianeta, ha detto il Principe Charles all’apertura di un incontro virtuale del World Economic Forum (WEF) .

Delineando un piano in cinque punti per ricostruire le economie a seguito di una recessione globale, il principe 71enne ha affermato che la pandemia è il risultato di una rottura del legame tra umanità e natura che potrebbe essere corretta riconoscendo “l’interdipendenza di tutti gli esseri viventi ”.

Il principe ha sottolineato che il settore privato sarebbe stato il motore della ripresa ed è stato rincuorato dalle promesse degli imprenditori di riconoscere il danno all’ambiente che deriverebbe da una corsa senza ostacoli alla crescita.

“Abbiamo una finestra unica ma in rapida riduzione di opportunità per imparare le lezioni e reimpostarci su un percorso più sostenibile”, ha detto Charles, che si è ripreso dopo aver sofferto di lievi sintomi di Covid-19.

Ha detto che la pandemia, che ha costretto i governi di tutto il mondo a combattere le loro economie, aveva mostrato alla gente che era possibile un cambiamento drammatico.

“Abbiamo un’occasione d’oro per cogliere qualcosa di buono da questa crisi. Le sue onde d’urto senza precedenti potrebbero rendere le persone più ricettive alle grandi visioni del cambiamento “, ha aggiunto.

I cinque punti che ha delineato erano:

  • Per catturare l’immaginazione e la volontà dell’umanità, il cambiamento avverrà solo se le persone lo vogliono davvero.
  • La ripresa economica deve mettere il mondo sulla strada dell’occupazione sostenibile, dei mezzi di sussistenza e della crescita. Le strutture di incentivazione di lunga data che hanno avuto effetti perversi sul nostro ambiente planetario e sulla natura stessa devono essere reinventate
  • I sistemi e i percorsi devono essere riprogettati per far avanzare le transizioni nette zero a livello globale. La tariffazione del carbonio può fornire un percorso critico verso un mercato sostenibile.
  • Scienza, tecnologia e innovazione devono essere rinvigorite. L’umanità è sull’orlo di scoperte catalitiche che altereranno la nostra visione di ciò che è possibile e redditizio nel quadro di un futuro sostenibile.
  • Gli investimenti devono essere ribilanciati. L’accelerazione degli investimenti verdi può offrire opportunità di lavoro nel campo dell’energia verde, della circolare e della bioeconomia, dell’ecoturismo e delle infrastrutture pubbliche verdi.

Il WEF, che organizza un importante incontro annuale di leader politici e imprenditoriali durante l’incontro annuale nella località sciistica svizzera di Davos, negli ultimi anni è stato preso di mira da gruppi anti-povertà per non aver affrontato i cambiamenti climatici e la retribuzione dei dirigenti.

Il discorso di Charles faceva parte di un evento di lancio di The Great Reset, un progetto che coinvolgeva il WEF e la Sustainable Markets Initiative del Principe di Galles, volto a ricostruire il sistema economico e sociale per renderlo più sostenibile.

Parlando allo stesso evento, il capo del Fondo monetario internazionale Kristalina Georgieva ha affermato che l’economia mondiale ha affrontato una situazione simile a quella del Regno Unito nella seconda guerra mondiale . Ha esortato i leader globali a riconoscere il successo del rapporto Beveridge del 1942, che proponeva riforme per innalzare gli standard di benessere e salute in tutta la Gran Bretagna, ed era pronto per essere implementato alla fine della guerra.

“Ciò ha portato a un paese migliore dopo la guerra e a un servizio sanitario nazionale che sta salvando così tante vite oggi. Dobbiamo usare tutta la forza che abbiamo per girare una pagina e fare in modo che la storia riguardi il Great Reset e non il Great Reversal. ”

Ha aggiunto: “Il miglior memoriale che possiamo costruire per coloro che hanno perso la vita è un mondo più verde, più intelligente e più giusto”.

Ovviamente questi progetti ricalcano perfettamente l’agenda dei “GLOBAL GOALS”, conosciuti anche come “AGENDA 2030”. Qui sotto un pdf riepilogativo.

globalgoals-finale

vedi anche:

Fonte 1Fonte 2Fonte 3

4.7 3 voti
Gradimento Articolo
Condividi
Iscriviti
Notificami
guest
0 Commenti
Feedback in linea
Vedi tutti i commenti
0
Commenta nell'apposita sezione!x
()
x