Connect with us

In Evidenza

Scoppia il FAUCI-GATE: Email riservate mostrano che FAUCI era a conoscenza del Guadagno di Funzione della SARS?

Pubblicato

il

L’assoluta disonestà di Tony Fauci è evidente ora ed è ampiamente riconosciuta. Ma non è sempre stata ovvia. Nel marzo dello scorso anno abbiamo intervistato Fauci in questo programma. Lo abbiamo trattato con rispetto. Abbiamo preso sul serio le sue risposte. Siamo americani, quindi abbiamo pensato che l’uomo incaricato di proteggere gli Stati Uniti dal COVID dovesse essere solenne e razionale. Abbiamo anche pensato che fosse onesto. 

Ma ci sbagliavamo. Divenne presto chiaro che Tony Fauci era solo un altro squallido burocrate federale, profondamente politico e spesso disonesto. E cosa più scioccante è poi l’aver appreso che lo stesso Fauci era implicato nella stessa pandemia che era stato incaricato di combattere. Fauci ha sostenuto esperimenti grotteschi e pericolosi che sembrano aver reso possibile il COVID.  

Siamo giunti a queste conclusioni in modo incrementale, spinti da prove accumulate nel corso di un anno. Stasera, abbiamo un enorme giacimento. Grazie ad una richiesta per la legge della libertà di informazione fatta da Buzzfeed, abbiamo migliaia di email da e verso Tony Fauci, che risalgono all’inizio dell’inverno del 2020. Nella loro totalità, mostrano che fin dall’inizio, Fauci era preoccupato che il pubblico potesse concludere che il COVID avesse avuto origine all’Istituto di virologia di Wuhan. Perché Fauci era preoccupato che gli americani lo potessero pensare? Forse perché Tony Fauci sapeva perfettamente di aver finanziato esperimenti sul guadagno di funzione dello stesso laboratorio. 

Le email dimostrano che Fauci ha mentito su questo sotto giuramento. 

Considerate che questo scambio di email è iniziato la sera del 31 gennaio 2020. Era un venerdì, poco prima di mezzanotte. 

La prima email è arrivata da un immunologo chiamato Kristian Andersen, che lavora presso lo Scripps Research Institute in California. Andersen ha avvertito Fauci che il COVID sembrava essere stato manipolato in un laboratorio.  

“Le caratteristiche insolite del virus costituiscono una parte davvero piccola del genoma (meno dell’1%), quindi bisogna guardare molto da vicino tutte le sequenze per vedere che alcune delle caratteristiche sembrano (potenzialmente) ingegnerizzate”. 

Il giorno successivo, il 1 febbraio, Tony Fauci ha risposto: “Grazie Kristian, Ci sentiamo presto al telefono”.  

Fauci ha quindi inviato un’email urgente al suo vice, Hugh Auchincloss. L’oggetto della sua email, a lettere tutte maiuscole, era “IMPORTANTE”.  

“Hugh, è essenziale che parliamo questa mattina. Tieni il cellulare acceso. Leggi questo documento e l’email che ti inoltrerò. Oggi avrai compiti che devono essere svolti”. 

In allegato all’email c’era un documento intitolato “Baric, Shi, ed altri – Nature Medicine – SARS Guadagno di Funzione.pdf”. 

Il “Baric” in quell’allegato si riferisce a Ralph Baric, un virologo che lavora negli Stati Uniti e che ha collaborato con il Wuhan Institute of Virology.  

Baric ha lavorato con una donna chiamata Dr. Shi Zhengli, conosciuta come la “Bat Lady”, perché manipola i coronavirus che infettano i pipistrelli. 

Tenete presente che durante l’interrogatorio del senatore Rand Paul del Kentucky, Tony Fauci negò che lo stesso Ralph Baric avesse condotto ricerche sul guadagno di funzione. Di nuovo, questo è il Ralph Baric dell’allegato di Fauci intitolato “Baric, Shi ed altri- Guadagno di funzione della SARS.pdf”. Eppure, sotto giuramento, Fauci negò: 

DR FAUCI: Il dottor Baric non si occupa di ricerca funzionale. E se lo fa, è secondo le linee guida ed è condotto in North Carolina… E se guardate la sovvenzione e guardate i rapporti sugli stati di avanzamento, non si tratta di guadagno nonostante il fatto che la gente lo twitti.

Oh, non era solo su Twitter, era nelle email di Fauci. 

Col senno di poi, assomiglia molto ad uno spergiuro. Sappiamo che a partire dall’inizio dello scorso anno, molte persone al NIH erano preoccupate che il COVID non fosse comparso in modo naturale – ma che fosse stato invece manipolato in un laboratorio in Cina – eppure sembravano determinate a nascondere questo fatto al pubblico. Perché?

Nel pomeriggio del primo febbraio dello scorso anno, Fauci ha tenuto una teleconferenza con alcuni dei migliori virologi. La maggior parte dei dettagli di quella chiamata è rimasta nascosta alla vista del pubblico. Sono stati censurati. Sappiamo che la chiamata era correlata a un documento intitolato “comparazione delle sequenze del coronavirus”.  

Jeremy Farrar, un medico britannico che gestisce un’importante ricerca non profit, ha ricordato a tutti durante la chiamata che ciò che avevano detto era top secret.  

“Le informazioni e la discussione sono condivise in totale riservatezza e non devono essere condivise fino a quando non ci sarà un accordo sui prossimi passi”, ha scritto. 

In altre email, Jeremy Farrar ha trasmesso un articolo dal sito web ZeroHedge, suggerendo che il coronavirus potrebbe essere stato creato come arma biologica.  

Ora sappiamo che è una spiegazione più plausibile di quella che credevamo all’inizio e che ci è stata detta dai media, ovvero che il coronavirus proveniva da un pangolino.  

Ma per il reato di averlo detto ad alta voce, la spiegazione più plausibile, ZeroHedge è stato bannato dalle piattaforme social. Fino a poco tempo, non ti era permesso supporre che il COVID potesse essere stato creato dall’uomo.  

Perché? I fact-checker non lo permetterebbero. Perché non dovrebbero? Perché Tony Fauci ha assicurato ai monopoli tecnologici che il coronavirus non poteva essere stato creato dall’uomo. Quindi i giganti della tecnologia hanno censurato l’argomento. Guardate Fauci mentre mente. 

FAUCI: Un gruppo di virologi evoluzionisti altamente qualificati ha esaminato le sequenze lì e le sequenze nei pipistrelli mentre si evolvono e le mutazioni necessarie per arrivare al punto in cui è ora è totalmente coerente con un salto di una specie da un animale a un umano.

Era il 17 aprile 2020. All’inizio di questa pandemia. In quel momento, ciò che Tony Fauci ha appena affermato come noto non poteva essere noto in modo definitivo. Era una bugia. Tony Fauci ha suggerito che sapeva perché i migliori ricercatori avevano deciso in modo definitivo, che questo doveva essere saltato naturalmente da un animale a un essere umano. Questo è stato disonesto. 

Due giorni dopo, uno dei virologi che Tony Fauci stava finanziando per condurre pericolosi esperimenti sul coronavirus a Wuhan, ha scritto per ringraziarlo dell’aiuto. Quell’uomo, Peter Daszak, si è lamentato con Fauci che i dollari delle tasse americane che aveva preso per questi esperimenti erano “pubblicamente presi di mira dai giornalisti di Fox News”. Eppure Daszak è rimasto grato per il supporto di Tony Fauci.  

“Volevo solo dire un grazie personale a nome del nostro staff e dei nostri collaboratori”, ha scritto. 

Stranamente, la maggior parte di questa email specifica da Daszak verso Fauci è stata oscurata dall’esenzione FOIA (b) (7) (A). Tale specifica esenzione alla divulgazione si applica a: “documenti o informazioni redatti per scopi di legge, ma solo nella misura in cui si può ragionevolmente presumere che la produzione interferisca con i procedimenti in corso”. 

Dazak e Fauci sono sotto inchiesta penale? Possiamo solo sperare che lo siano. Lo meritano sicuramente. In questo momento, non possiamo dirlo con certezza. Sappiamo che Fauci non ha solo mentito sulle origini del COVID, fingendo di sapere cose che non poteva sapere. Ha anche mentito sui vaccini in dei punti fondamentali. 

Nel marzo dello scorso anno, l’ex funzionario di Obama Ezekiel Emanuel ha scritto a Fauci per porre una semplice domanda, che abbiamo posto innumerevoli volte: le persone che si sono riprese dal COVID sono generalmente immuni dalla reinfezione? Questo vale per circa 100 milioni di americani, quindi non è una domanda da poco.

La risposta di Fauci: “Nessuna prova al riguardo, ma si presume che ci sarebbe una sostanziale immunità post-infezione”.  

Sì, lo assumeresti. Lo abbiamo sempre detto. E infatti, gli studi ora dimostrano che è vero. Le persone che hanno avuto il COVID e sono guarite non si ammalano quasi mai di nuovo. Non hanno bisogno di essere vaccinate. Eppure, fino ad oggi, Fauci non lo ha mai ammesso in pubblico. 

Questo articolo è un adattamento del commento di apertura di Tucker Carlson sull’edizione del 2 giugno 2021 di “Tucker Carlson Tonight”.

Fonte

Condividi

SOTTOTITOLI VELOCI?

Copyright © 2020-2021 Detoxed.Info